VACANZE NO STRESS!

Anche quest’anno sono arrivate le tanto sospirate vacanze, periodo che vorremmo dedicare a rilassarci, concederci il meritato riposo, ricaricare le batterie, fare tutto ciò che gli impegni di lavoro ci hanno impedito di fare durante l’anno. È infatti il momento ideale per dedicarci a noi stessi, a chi amiamo, alle nostre attività preferite.

 

Le cose però non vanno sempre così, e si ricade nel circolo vizioso di accontentare familiari e amici, accettando inviti poco graditi e perdendo di vista le nostre vere necessità e i nostri obiettivi, mangiando diversamente da come vorremmo, muovendoci meno di ciò che ci eravamo riproposti, dedicando meno tempo e risorse alle nostre personali “coccole”.

 

Non solo la vacanza non può quindi recarci i benefici che ci saremmo aspettati, ma al suo termine lo stress da rientro sarà ancora più marcato, accompagnato dalla sensazione di aver perso l’unica occasione annuale per rigenerarci.

 

Ecco dunque alcuni rapidi consigli per sfruttare al meglio la vacanza:

 

1)      Preparare per tempo una lista delle cose che si desiderano fare e organizzarsi in modo da farne almeno 2 alla settimana. Possono essere anche semplici cose, come andare a vedere un film di cui si è sentito parlare o cenare in un locale dove non si va da tempo. Fare qualcosa che si rimanda da tempo è estremamente gratificante!

 

2)      Spegnere la TV e uscire. L’estate offre molteplici occasioni di divertimento e socializzazione: iniziative gratuite all’aperto, concerti, passeggiate in centro, incontri casuali con amici.

 

3)      Muoversi all’aria aperta, possibilmente in ambienti naturali. Il movimento unito all’aria, al verde e alla luce del sole stimola una meravigliosa sensazione di benessere.

 

4)      Imparare a dire NO agli inviti poco graditi. Se il lavoro può essere una scusa per rifiutare appuntamenti indesiderati, con le vacanze ci si trova a “dover accettare”. Questo è ancora più evidente per chi ha parenti lontani, in altre regioni, in cui la vacanza diventa l’unico momento dell’anno per ricongiungersi. Ma questo significa per forza di cose dover sacrificare la propria libertà e altre priorità. Imparare a dire no significa riappropriarsi del proprio tempo e della propria vita.

 

5)      Può sembrare paradossale, ma è utile fare vacanze brevi. Con questo intendo brevi periodi fuori casa. Cambiare aria e visitare posti nuovi è di certo utile per “staccare” dalla routine, ma per rigenerarsi è molto più proficuo riappropriarsi dei propri spazi nel quotidiano, scoprendo potenzialità ancora inesplorate del luogo in cui si vive e conservandole anche a vacanza ultimata.

 

Vuoi saperne di più? http://www.puravida-lifestyle.com/corsi-dal-vivo/coachati-per-le-feste/

Scrivi commento

Commenti: 0